“Bonjour  mon aimable bergère…” Visualizza ingrandito

“Bonjour mon aimable bergère…”

Voci e canti della Val San Martino 
raccolti dalla Badia Corale Val Chisone

(con CD audio)

Maggiori dettagli

Collana Alia Musica
N. 25
Dimensioni 17×24, pp. XIV+383
Anno 2019
ISBN 9788870969979

La cultura popolare di queste valli si esprime, oltre che in italiano, su tre diversi livelli linguistici popolari, che corrispondono a tre stadi storici più remoti di acculturazione: i patois locali (di radice occitanica), il francese (introdotto nel secolo XVI) e il piemontese (nella sua caratterizzazione occidentale di piemontés, o lingua del contado immediatamente subalpino, che si è insinuata anche nei fondovalle).
Il complesso repertorio di canzoni che qui si trova testimonia, nel suo insieme, una vicenda storica di opposizione e di tensione dialettica della civiltà alpina nei confronti dei tentativi di egemonizzazione esterna, vicenda di resistenza secolare della dimensione comunitaria agli eventi di dominazione e di acculturazione; ma rivela anche una vocazione nient’affatto provinciale all’apertura verso orizzonti lontani, un’attitudine a ricevere l’innovazione culturale, accettandola e selezionandola secondo le esigenze del proprio intimo vivere.
È presente inoltre la storia della comunità valdese, radicata in queste valli fin dal Medio Evo, che qui fu perseguitata e pagò un pesante contributo di sangue, per l’idea, mai abbastanza riconosciuta, della libertà religiosa e di coscienza: le complaintes valdesi ne sono uno splendido monumento popolare.